Print this page

Castello di Santa Severa

Venerdì, 18 Giugno 2021 11:02 Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il vanto di questa città, inserito dal times come uno dei 100 posti da vedere nella vita, il Castello di Santa Severa riesce a togliere il respiro non appena si arriva. La maestosa torre Saracena sale maestosa guardando al mare. 

Ci sente veramente piccolini, ed anche noi residenti che ci passiamo davanti molte volte durante la giornata, quando lo sguardo cade su di lui non possiamo non sentire un brivido. Sul Castello sono state costruite moltissime leggende, dai classici fantasmi che di notte si aggirano lungo le mura con tanto di rumori spaventosi, a storie di ogni tipo. Ma la verità è che questo castello è un vero e proprio scrigno di storia e di bellezza. 

Il castello nasce intorno al X-XI secolo, e il primo riferimento scritto è databile al 1068, anno in cui il castello e la chiesa furono donati dal conte Gerardo di Galeria all'abbazia di Farfa, che a sua volta nel 1130 la donò, su richiesta dell'antipapa Anacleto II, alla basilica di San Paolo fuori le mura. Tra il XIII e il XIV secolo il castello passa a diverse famiglie nobili tra cui si possono ricordare gli Orsini e gli Anguillara. Proprio in questo periodo si sviluppa la pianta rettangolare con torri quadrate angolari collegata tramite un ponte alla "Torre del Castello", una torre di forma circolare (databile intorno al IX secolo e ristrutturata nel XVI-XVII). 

Nel 1482 papa Sisto IV lo consegnò all'ordine del Santo Spirito, che ne rimase il proprietario fino al 1980, e che nel XV-XVI secolo favorì la nascita del borgo, ove è ancora visibile la croce patriarcale, simbolo dell'ordine. Dopo secoli di abbandono e decadenza, il castello fu utilizzato dai tedeschi come postazione militare nell'ambito della Seconda Guerra Mondiale. Ci fermiamo a queste poche notizie altrimenti dovremmo scrivere per ore. Vi basti pensare che questo sito risulta attivo fin da epoca preistorica. Sono ancora visibili i resti della chiesa Palocristiana riportati alla luce dagli scavi archeologici. Così come si possono vedere il ritrovamento delle varie tombe e sarcofagi, In questo castello baciato dal mare puoi vedere

  •     l’area archeologica di Pyrgi, una vera e propria città Romana (Questo era uno dei porti più importanti dell'impero)
  •     il Borgo medievale di Santa Severa
  •     la Rocca e la Torre Saracena
  •     la Chiesa Paleocristiana 
  •     il Battistero e la Chiesa di Maria Assunta con i suoi meravigliosi affreschi
  •     il Museo del Mare e della navigazione antica
  •     il Museo del Territorio
  •     il laboratorio di restauro
  •     l’Antiquarium
  •     Le stanze del maniero

Insomma ci sono talmente tante cose da vedere che vi perderete in un vero e proprio viaggio nel tempo. Al borgo medievale si può accedere gratuitamente ma per visitare l’interno del Castello di è richiesto il pagamento del biglietto. La spiaggia che circonda il castello è libera per cui non dimenticate di indossare il costume, il rersto venitelo a scoprire da soli, solo dal vivo le emozioni si possono vivere. Potrete inoltre ammirare perfette riscostruzioni di vestiti medioevali accuratamente realizzati grazie alle informazioni arrivate fino ai nostri giorni. E se volete nel castello è possibile anche dormire, infatti è dotatO di un ostello e di una ampia sala per fare colazione. Vi possiamo garantire che è una emozione unica dormire in una camera dove peer secoli hanno dormito principi e nobili, a patto che.... NON ABBIATE PAURA DEI FANTASMI!

Ricordiamo a tutti il rispetto di questo castello che da secoli è a guardia della città. Non fate scritte sui muri, non rovinate gli affreschi e per favore non usate il flash per fare fotografie. L'arte e la cultura non appartengono a nessuno ma sono il tesoro di tutti, rispettiamoli. Solo la bellezza potrà salvare il mondo. 

 

 

Read 48 times Last modified on Martedì, 29 Giugno 2021 08:43
Login to post comments